libro degli ospiti precedenti

8 giugno 2006
AMBROGIO
Approfitto del privilegio concessomi di inaugurare questa nuova pagina nel sito dedicato a Prasomaso per esternare alcune considerazioni su ciò che il luogo ha rappresentato per me. Mi chiamo Ambrogio e ho cinquantasei anni (non ancora compiuti però!), e all'epoca del ricovero abitavo felicemente ad Arcore. Poi è arrivato un certo Cavaliere, il quale, con il pretesto che gli offuscavo l'immagine mi ha costretto a spostarmi un pò più in su!. Così ora abito sempre felicemente a Lesmo. Ho trascorso a Prasomaso un anno e mezzo della mia giovinezza, e nonostante non siano state sempre rose, conservo tutt' ora a distanza di quarant'anni un ricordo piacevole di quel periodo. Lassù ho coltivato amicizie che sono continuate poi nel tempo, e anche se poi la lontananza e il proseguo della vita ci ha separati, sono sempre qui nel cuore e nella mente!. A volte mi ritrovo a pensare a Giuseppe, Antonio, Cesare, Renato, Giusy Rosanna. ( eh si, quelli erano anche anni in cui il cuore spesso batteva un pò più forte!). Se dovessi rivederli domani, per me sarebbe come se ci fossimo lasciati l'altro ieri. Poi le suore. Severe guardiane della nostra esuberanza giovanile ci facevano pregare tutto il giorno accidenti! In compenso la loro costante presenza e attenzione ci faceva pesare meno la mancanza della mamma! Suor Lilia ! Dietro la sua maschera severa, si celava un'umanità grande come l'universo. Sempre attenta e pronta a darti una spinta quando entravi in depressione! Clelia! : Per molti di noi una sorella maggiore! Condannata a tenere in ordine un piano occupato da ragazzacci disordinati quali eravamo. Anche lei sempre disponibile e sempre col sorriso pronto. Il suo canto arrivava fino nelle verande a scacciare malinconie e nostalgie di casa. Don Giuseppe!: Il saggio e paziente don Giuseppe ! Pure lui sempre pronto ad ascoltare e a perdonare i nostri peccatucci d'adolescenti!.. Ecco, questo è stato per me Praso: un mondo a sè fatto anche di momenti brutti ma complessivamente positivi . Ho avuto amici a cui ho dato tanto e dai quali altrettanto ho ricevuto; ho conosciuto persone stupende che mi hanno curato, , aiutato , sgridato ma soprattutto amato!!! Poi la scoperta delle tristi immagini di degrado e abbandono che regna lassù, mi ha lasciato tanto sgomento e una grande amarezza!. Come non pensare al ricordo di chi Prasomaso lo ha fortemente voluto e ai tanti che ci sono passati magari attraverso un percorso di sofferenza e di dolore, traendone un grande beneficio sia nel fisico che nello spirito!..E ora tutto è la che muore.. Voglio ringraziare ora chi si è impegnato nella creazione di queste pagine di testimonianze e in particolare il signor Rossattini di RETESI che ha permesso uno sviluppo del sito dandomi la possibilità di esternare le mie impressioni di quell?esperienza giovanile e di condividerle , spero, con altri ai quali Prasomaso ha lasciato un?impronta nella propria vita. Vi aspetto e vi saluto con affetto ! Ambrogio
Comments